Senza categoria

ELBA, REFERENDUM: Sì ALLA FUSIONE FRA RIO ELBA E RIO MARINA

13 nov , 2017  

elbafotoaerea

“Con 475 voti a Rio Marina e 268 a Rio Elba, il Sì alla fusione si afferma nettamente in entrambi i comuni. La comunità di Rio ha scelto e per l’Isola d’Elba il capitolo dell’innovazione istituzionale, che sembrava definitivamente archiviato con la bocciatura al comune unico nel 2013, oggi si può riaprire, non per riproporre soluzioni su cui i cittadini si sono già espressi negativamente ma per cercare strade nuove (i “comuni di versante” potrebbero essere il nostro punto di riferimento) su cui la popolazione può essere favorevole. Sono contento non solo per i tanti amici e compagni che si sono impegnati in questa battaglia ma anche perché a me pare che in questo modo, grazie a quei cittadini che si sono recati alle urne, è stato possibile mostrare il vero volto dell’Elba che è ben diverso dalla caricatura che spesso ci viene offerta. L’Elba che ho conosciuto io è aperta e coraggiosa, appassionata e determinata. Penso che anche chi ha votato No debba essere ringraziato perché comunque, col suo voto, ha contribuito a far vivere questo bell’appuntamento democratico. Non hanno perso loro, ha perso invece chi, fino all’ultimo secondo utile, ha provato a strumentalizzare questa vicenda a fini politici. Ha perso chi ha usato toni e argomenti sgradevoli e inaccettabili, spesso contro le persone, e ha alimentato divisioni che adesso dovranno essere ricomposte. Il tema di come si riduce il numero dei comuni e di come questi comuni collaborano insieme nell’esclusivo interesse degli elbani è stato rimesso sul tavolo della discussione. Spero che non ci si lasci scappare questa straordinaria occasione. Comuni più grandi e più uniti fra di loro, questo, a mio modo di vedere, dovrebbe rappresentare la sfida. All’Elba e non solo.” Con queste parole il segretario Pd Val di Cornia-Elba Valerio Fabiani commenta con un post di Facebook l’esito favorevole alla fusione fra i due comuni di Rio Elba e Rio Marina espresso nel referendum popolare.

, , , , , , , , , , ,

Senza categoria

DOPO INCONTRO AL MISE, PD, FABIANI E ROSALBA: ADESSO NUOVE RISORSE PER PORTO E 398 CON UN NUOVO ACCORDO DI PROGRAMMA.

2 nov , 2017  

FABIANI-ROSALBA

NOTA CONGIUNTA DEI SEGRETARI PD FEDERAZIONE E UNIONE COMUNALE PIOMBINO, VALERIO FABIANI E ETTORE ROSALBA

Bene la scelta del ministro Calenda, Piombino ha bisogno di voltare pagina. Abbiamo dimostrato con quanta determinazione questo territorio è in grado di aprire le porte a soggetti industriali che qui intendono investire purché con progetti credibili e coerenti con la nostra idea di futuro di Piombino e della Val di Cornia. Con la stessa determinazione le porte si chiudono di fronte a chi non è in grado di onorare gli impegni assunti con i lavoratori, con la città e con lo Stato italiano.

Giusti gli impegni assunti dal ministro nel corso dell’incontro di ieri per quanto riguarda la garanzia degli ammortizzatori sociali e la copertura economica in caso di amministrazione straordinaria, mettendo in sicurezza tanto i lavoratori, quanto la continuità produttiva dello stabilimento rimettendo in marcia i treni di laminazione. Ma lo sforzo che il governo deve compiere non può limitarsi a questo. Per noi sono imprescindibili altri due punti. Il primo: vogliamo che si faccia presto ad individuare un nuovo player industriale capace di rilanciare lo stabilimento siderurgico, ritornando a colare acciaio, all’interno di un quadro più ampio di interventi necessari per il risanamento ambientale e per la diversificazione economica. Il secondo: dobbiamo accelerare la definizione di un nuovo accordo di programma che mobiliti ulteriori risorse pubbliche sia per le infrastrutture (completamento del porto e finanziamento anche del secondo lotto della 398) sia per bonifiche e demolizioni attualmente di competenza del privato sulle quali, secondo noi, deve essere  attivata la leva pubblica. In questi anni il lavoro e le battaglie che abbiamo fatto sono servite a portare ingenti risorse a Piombino con le quali abbiamo realizzato il nuovo porto e abbiamo finalmente recuperato le risorse necessarie per il primo lotto della 398, siamo pronti perciò a nuove battaglie per portare a compimento la realizzazione di queste infrastrutture e per la costruzione di un nuovo modello di sviluppo moderno e ambientalmente sostenibile.

 

 

, , , , , ,

Senza categoria

BARCELLONA. SOLIDARIETA’ AI FAMILIARI DELLE VITTIME, UNITI CONTRO IL TERRORISMO

18 ago , 2017  

barcellonaatentati

valerioDal suo profilo facebook le parole del segretario Pd Val di Cornia-Elba Valerio Fabiani dopo i vili attentati di Barcellona: “Potrete dire di avere trionfato solo quando avremo abbandonato uno ad uno ogni nostro valore. Invece vi assicuro che Barcellona tornerà a ridere a cantare e a ballare. Non cederemo alla paura. E non credete ai soliti 4 sciacalli che in queste ore aprono bocca solo per provare a lucrare qualche voto su queste tragedie, noi non cadremo nella trappola che ogni volta provate a tenderci, perché noi non vi combatteremo per motivi religiosi o etnici ma vi combatteremo per i terroristi sanguinari che siete.” Per la giornata di oggi in ognuna delle Feste de l’Unità attualmente in corso sarà osservato un minuto di silenzio in ricordo delle vittime.

, , , , , ,

Senza categoria

FESTE DE L’UNITA’ IN VAL DI CORNIA. A VENTURINA E A SAN VINCENZO.

17 ago , 2017  

festaventurina17festasanvincenzo17In corso le Feste del’Unità di San Vincenzo e Venturina Terme. A Venturina la Festa iniziata il 16 agosto prosegue fino al 22 agosto presso l’area fieristica. A San Vincenzo la festa si tiene presso la zona impianti sportivi fino a domenica 20 agosto. Ogni sera musica, cucina tipica, libri e incontri.

, , , ,

Iniziative e feste,Senza categoria

“BELLA PIOMBINO!” IL TITOLO DELLA FESTA DE L’UNITA’, DAL 27 AGOSTO AL 10 SETTEMBRE AL PIAZZALE D’ALAGGIO

17 ago , 2017  

festapb2017

Torna il tradizionale appuntamento con la “festa grande”, la Festa de l’Unità di Piombino che conclude la stagione delle Feste de l’Unità della Val di Cornia e dell’Elba. La festa si terrà quest’anno al Piazzale d’Alaggio, nel centro storico di Piombino nella bellissima cornice del porto antico, dal 27 agosto al 10 settembre. Tanti i dibattiti sui grandi temi della politica, dell’economia e della società, e poi musica, cucina tradizionale toscana e piombinese, libri, mostre fotografiche, giochi e molto altro. Il programma completo sarà presentato alla stampa sabato 19 nel corso di una conferenza stampa.

, , , , , , ,

Senza categoria

Maria Elena Boschi a Piombino il 2 giugno

30 mag , 2016  

maria-elena-boschi-mozione-di-sfiducia

Carissima, Carissimo,

come saprai il prossimo ottobre saremo tutti chiamati a esprimerci sulla riforma della seconda parte della Costituzione attraverso il referendum confermativo. Si tratta di un passaggio fondamentale per il futuro del Paese. La storica occasione per superare molte criticità dell’attuale assetto istituzionale e che hanno contribuito ad allontanare la politica e le istituzioni dai cittadini. Nel corso della storia repubblicana molti sono stati i tentativi di riformare la seconda parte della nostra carta costituzionale e molti i richiami. Fra i più celebri, il discorso che Nilde Iotti scelse di pronunciare in una delle sue prime uscite pubbliche da presidente della Camera, proprio a Piombino in occasione della consegna della medaglia d’argento al valor militare per la Resistenza nel 1979 (che nel 2000 sarebbe diventata medaglia d’oro).

Basta con questo assurdo bicameralismo perfetto unico nel mondo e causa di ritardi. Basta con mille parlamentari, quanti ne ha la Cina, ma loro sono un miliardo e trecento milioni. Più penetranti poteri di controllo del Parlamento. Federalismo istituzionalizzato, trasformando il Senato in Camera delle regioni e dei poteri locali: perché il Senato non potrebbe essere come il Bundesrat tedesco?.

Affrontare quelle parti della Costituzione che il tempo e l’esperienza hanno dimostrato inadeguate (…) Tutelare in primo luogo i diritti delle minoranze ma anche il diritto-dovere della maggioranza, qualunque essa sia, di legiferare.”

Questi sono solo alcuni degli appunti che Nilde Iotti preparò in vista di quel discorso. Per questo la Toscana ha scelto di partire da Piombino. Sono perciò lieto di invitarti all’evento che abbiamo organizzato a Piombino il prossimo giovedì 2 giugno presso il Teatro Metropolitan alle 16,30. Sarà l’occasione in cui lanceremo la campagna referendaria in Toscana e con noi saranno presenti il ministro per le riforme Maria Elena Boschi, lo storico portavoce di Nilde Iotti Giorgio Frasca Polara, Enzo Polidori nel ’79 sindaco di Piombino, il costituzionalista e portavoce dei comitati per il Sì toscani Stefano Ceccanti e il segretario del Pd toscano Dario Parrini.

Con la riforma costituzionale, superiamo il bicameralismo paritario rendendo più semplice e più rapida l’approvazione delle leggi, evitando l’infinito “ping pong” fra Camera e Senato che crea ritardi e inefficienze. Riduciamo il numero dei parlamentari, spariscono 315 senatori che saranno sostituiti da 100 rappresentanti dei territori, comunque indicati dai cittadini alle elezioni regionali, senza indennità aggiuntive. Aboliamo definitivamente le province e enti ormai inutili come il Cnel. Riduciamo gli stipendi dei consiglieri regionali e togliamo il finanziamento pubblico ai gruppi consiliari. Finisce la legislazione concorrente fra Stato e Regioni, causa di conflitti istituzionali e di incertezza legislativa. Promuoviamo la presenza di donne nelle assemblee elettive, e incoraggiamo la partecipazione dal basso, abbassando il quorum per i referendum, introducendo i referendum propositivi e stabilendo tempi per esaminare ogni legge di iniziativa popolare.

Per questi motivi sono a rinnovarti l’invito a partecipare a questo incontro del 2 giugno e a dare il tuo contributo a cambiare l’Italia.

Valerio Fabiani

, , , , , , , , , ,

Senza categoria

Mobilitazione 5 e 6 dicembre

1 dic , 2015  

italiacoraggio-cover-sito+ copy

Due giorni di mobilitazione attraverso banchetti che saranno numerosi anche in Val di di Cornia e all’Elba. È l’iniziativa – che si terrà in tutta Italia sabato 5 e domenica 6 dicembre – a cui il Partito Democratico ha dato l’hashtag #italiacoraggio e che il vicepresidente Lorenzo Guerrini ha indicato come due giorni in cui il partito sarà chiamato a dialogare con gli italiani, raccogliendo idee e proposte, ma anche mostrando i risultati dell’azione di governo. Due giorni durante i quali, naturalmente, sarà possibile anche richiedere l’iscrizione al partito.

Questo il calendario per quanto riguarda il nostro territorio:

– a Piombino sabato 5 e domenica 6 dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19 piazza Gramsci, Coop e Conad;

– a Riotorto sabato 5 dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19 in via De Amicis

– a Venturina sabato 5 dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19 via Indipendenza zona blu;

– a Campiglia sabato 5 e domenica 6 dalle 10 alle 13 in piazza della Repubblica;

– a San Vincenzo sabato dalle 9 alle 12 piazza Giovanni XXIII;

– a Suvereto sabato e domenica dalle 15 alle 18 in viale Carducci;

– a Portoferraio venerdì 4 dalle 9 alle 12 e sabato 5 dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19 piazza Cavour;

– a Rio Elba sabato e domenica dalle 9 alle 12 presso Coop;

– a Marciana Marina sabato 5 dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19 presso Conad.

, , , , , , , , , , , ,