Comunicati stampa,Il Partito

Cambia il rapporto di lavoro tra il segretario e la Federazione

30 lug , 2015  

11695762_10204376907718196_3761606908101497923_n

La modifica della natura contrattuale del rapporto di lavoro che lega alla Federazione il suo segretario. In sintesi, la trasformazione della sua posizione da quella di un lavoratore assunto a tempo indeterminato a quella di un lavoratore a tempo determinato, con decorrenza dal congresso di nomina fino e non oltre alla data di proclamazione del nuovo segretario.
E’ stata questa la novità principale emersa dall’assemblea territoriale – molto partecipata – della Federazione Pd Val di Cornia-Elba, che si è svolta venerdì scorso nei locali del Quartiere Salivoli: un incontro nel corso del quale la modifica al regolamento finanziario, inserita nella discussione sul bilancio 2014, è stata votata all’unanimità, così come l’elezione di Elena Fossi a nuovo presidente dell’assemblea stessa. Entrambe le votazioni sono state precedute dal lungo intervento del segretario Valerio Fabiani, che ha sottolineato come lo straordinario risultato conseguito alle regionali debba essere ora seguito da una nuova sfida che leghi il rafforzamento della costa toscana a quello del territorio, in un’ottica di estensione di relazioni ai territori confinanti sui temi fondamentali della sanità, dell’agricoltura, del turismo, delle politiche urbanistiche.
Quanto alla modifica del regolamento finanziario, ha spiegato Fabiani, «è un provvedimento che abbiamo deciso di adottare per sanare quella che ci appariva come un’anomalia del passato. In futuro il partito non dovrà mai più avvertire obblighi di questo tipo nei confronti dei segretari: i quali, finora, alla scadenza del loro mandato, rimanevano comunque in forza al partito». Con questa variazione, ha proseguito il segretario, non si porrà più il problema di concordare l’uscita: essa infatti d’ora in poi sarà automatica. «In coerenza con queste modifiche – ha aggiunto Fabiani – e poiché penso che in politica le scelte sono più forti se chi le propone è il primo a dare il buon esempio, ho deciso di sottoscrivere qui e di consegnare alla direzione e alla tesoreria una sorta di “dimissioni in bianco” da utilizzare quando sarà il momento di lasciare questo incarico. Una scelta attraverso la quale non avrò neanche diritto ad ammortizzatori sociali. Il mio auspicio, del resto, è che possa arrivare una legge sui partiti che disciplini a livello nazionale queste procedure, equiparando il personale politico agli amministratori pubblici, per i quali il contratto termina col loro mandato, senza che gli siano riconosciute forme di ammortizzazione. Questa mia scelta cerca di anticipare una possibile decisione in questo senso, dando al contempo un valore e un senso di moralità al provvedimento che abbiamo preso».
La lettera così firmata è stata consegnata al tesoriere della Federazione Maida Mataloni.

, , ,

Comunicati stampa,Il Partito

Valerio Fabiani nel gruppo di lavoro del Pd toscano

30 lug , 2015  

gruppolavorotoscana

C’è anche Valerio Fabiani nel gruppo di lavoro che il Pd toscano ha promosso per avviare una riflessione sulla forma partito, sulle sue caratteristiche e la sua attualità. Il percorso si inscrive nell’ambito di una più ampia iniziativa lanciata a livello nazionale dal segretario del Pd Matteo Renzi e dal presidente del partito Matteo Orfini, iniziativa, appunto, di cui la Toscana presenta il progetto pilota. Il segretario della Federazione Val di Cornia Elba rappresenterà i 13 segretari della Federazione della Toscana. La prima riunione del gruppo si è tenuta a Firenze lunedì scorso, «per parlare di quello che c’è da fare – ha commentato su Facebook il responsabile organizzazione e vicesegretario vicario Pd Toscana Antonio Mazzeo – scambiarci opinioni e idee e iniziare a disegnare il Pd del futuro».
«Ringrazio Mazzeo e il segretario regionale Dario Parrini per avermi chiamato a far parte di questo gruppo – commenta il segretario Fabiani – So che dovrò rappresentare colleghi e segretari di federazione e questo vale per me come un’assunzione di responsabilità che farò di tutto per onorare. Al tempo stesso considero soprattutto la mia presenza in questo gruppo come un riconoscimento non tanto per me, quanto per tutto il Pd della Val di Cornia e dell’Isola d’Elba, per il suo dinamismo, la vitalità che esprime, e per il lavoro che ogni giorno militanti, dirigenti e amministratori locali fanno per la nostra comunità».

 

(foto da Facebook – Antonio Mazzeo)

, , , , , , ,

Il Partito

Elena Fossi nuovo presidente dell’assemblea territoriale

28 lug , 2015  

11755286_838450776224657_6591671079343891269_n

Lo scorso venerdì l’assemblea territoriale della Federazione ha eletto all’unanimità come proprio presidente Elena Fossi.
Laureata in giurisprudenza presso l’università di Pisa, dopo gli studi e il praticantato notarile e legale, Fossi ha collaborato per vari anni con uno studio notarile di Venturina prima di passare a un’attività in proprio per la prestazione di servizi nel settore immobiliare. Dal 2004 al 2009 è stata consigliere comunale a Campiglia e componente del consiglio del Circondario, mentre dal 2009 al 2014 ha fatto parte della Giunta Soffritti come assessore al bilancio e alle politiche sociali. Dal 1995 è sposata con Enrico e ha due figli, Emilio, 17 anni, ed Elisa, 14.
E’ socio donatore Avis.

Iniziative e feste

Programma Festa de L’Unità di Suvereto

22 lug , 2015  

suvereto

Programma Festa de l’Unità di Suvereto

21 lug , 2015

Sabato 25 Luglio

– ore 19,30 – Apertura festa

– ore 21.30 – Ballo liscio con Marta Valente

– ore 21.30 – “Bentornata, Unità!” – con Sergio Staino, Valerio Fabiani (segretario Federazione Pd Val di Cornia Elba), Francesco Lolini e Carla Maestrini (segreteria Pd Val di Cornia Elba)

Domenica 26 Luglio

– ore 21.30 – Ballo liscio con “Lo Zodiaco”

– ore 21.30 – Stand ANPI – Libreria – Presentazione del libro “Norma Parenti” di Antonella Cocolli, Nadia Pagni e Anna Rita Tiezzi

Lunedì 27 Luglio

– ore 21 – Iniziativa politica: “Governare la Toscana con i territori”. Partecipano Cristina Grieco (Assessore Regionale Istruzione e Formazione), Leonardo Marras (Consigliere Regionale e Capogruppo Pd), Gianni Anselmi (Consigliere Regionale e Presidente Commissione 2 Regione Toscana)

Martedì 28 Luglio

– ore 21.30 – Spettacolo musicale con “La Settima Onda”

Mercoledì 29 Luglio

– ore 21.30 – Vernacolo Livornese con Consalvo Noberini

Giovedì 30 Luglio

– ore 21.30 – Ballo con Nanda e Max

Venerdì 31 Luglio

– ore 21.30 – Ballo con Michele e Ramona

– ore 21.30 – Stand ANPI – Libreria – Presentazione del libro “Storia di un Territorio. Val di Cornia: ecco la DOCG” di Walter Gasperini.

Sabato 1° Agosto

– ore 21.30 – Ballo liscio con i Ringo Fox

Domenica 2 Agosto

– ore 21.30 – Ballo liscio con l’Orchestra Sonia Borghesi

 

(foto da fontedegliangeli.it)

, , , , , , , ,

Comunicati stampa

Valerio Fabiani, “non è tempo di fermarsi, adesso il futuro”

20 lug , 2015  

IMG_3080

La conclusione positiva della “vertenza Lucchini”, è stato il frutto di un lavoro sinergico fra i diversi livelli istituzionali, dal Comune al Governo centrale, passando per la Regione, i sindacati e i lavoratori, le associazioni di categoria e le imprese. Ognuno ha svolto il proprio compito fino in fondo e alla fine gli ingranaggi, che in Italia sono spesso inceppati, hanno cominciato a girare nel verso giusto. Presidieremo le vertenze ancora aperte che investono altre aziende. Vigileremo affinché Aferpi concretizzi tutti gli impegni assunti nel piano industriale, consentendo così anche a quei lavoratori adesso in cassa integrazione di rientrare a lavoro entro il 2016. Servirà la stessa compattezza e determinazione da parte di tutti gli attori, per scrivere una nuova storia. Non abbassiamo la guardia: la crisi è ancora in mezzo a noi e il lavoro da svolgere è tanto e gravoso. C’è bisogno del Governo, della Regione, e c’è bisogno del tessuto istituzionale, sociale e economico del territorio. Ho molto apprezzato la scelta dei nostri sindaci di fare seguire alla firma dell’atto di acquisto della ex Lucchini, il cambio del gruppo dirigente di Asiu e Tap, mettendo in campo una figura così autorevole come quella di Valerio Caramassi. Abbiamo dato così l’inequivocabile segnale di essere pronti di fronte alle nuove sfide che ci attendono. Noi vogliamo una produzione siderurgica a basso impatto ambientale, e, al contempo intendiamo risanare le porzioni di territorio inquinate nel corso dell’ultimo secolo e mezzo e tutelare lo straordinario patrimonio rappresentato dalla bellezze paesaggistiche e naturalistiche di questo tratto di costa. E siamo anche convinti che tutto questo rappresenti una straordinaria opportunità economica e occupazionale che intendiamo cogliere. Lo vogliamo fare, anche candidando Tap, rinnovata e adeguata, a essere la protagonista di questo processo di riconversione ecologica del modello di sviluppo locale. Perché spendere di più e creare altrove posti di lavoro, quando a due passi dagli impianti vecchi e nuovi del polo siderurgico e a due passi da quegli ettari di territorio da bonificare vi sono impianti che possono essere utilizzati? Il riuso della materia, che si tratti di materiali di risulta del ciclo produttivo siderurgico o di materiali prodotti da processi di bonifica, può essere la nuova frontiera di un’economia verde, oltreché l’opportunità per diminuire sempre di più l’estrazione di materiale “vergine” dalle nostre colline, guardando al termine dei piani di coltivazione, fissato per il 2018, mettendo in campo un progetto in grado di creare posti di lavoro alternativi. Per restare ai temi di competenza degli enti locali, credo che, dopo il cambio in Asiu-Tap, dovremo anche adoperarci per aggiornare i nostri strumenti urbanistici, sia per accompagnare il progetto di trasformazione territoriale che si è messo in moto. In questo dovremo dare una nuova centralità a due voci dell’economia locale che rischiano di rimanere ai margini di questo imponente progetto di trasformazione: turismo e agricoltura. Questi temi dovrebbero essere oggetto della stessa attenzione che abbiamo rivolto alla crisi del polo siderurgico, per l’importanza strategica che ricoprono e per il considerevole numero di addetti coinvolti. Sulla base dell’esperienza maturata attorno alla vicenda Lucchini proponiamo di ricorrere ad un accordo di programma rivolto alle imprese di questi settori, costruito insieme a Regione e Comuni, non solo della Val di Cornia. Su questi temi infatti, insieme a quello della sanità su cui il lavoro è già avviato, è possibile integrare un territorio più vasto che coinvolga almeno Val di Cecina e che può comprendere anche il territorio settentrionale della provincia di Grosseto. Un progetto che dovrà interfacciarsi necessariamente anche con l’Elba e le sue specificità. Il PD ha in mente quindi un progetto politico, coerente con i grandi disegni di riforma nazionali e regionali e in grado di rafforzare questo tratto di Toscana costiera e insulare. Vogliamo stare al passo con questi grandi cambiamenti, governarli e non subirli. Non è questo il tempo di fermarsi, adesso dobbiamo imprimere una nuova accelerazione. Adesso il futuro.

Valerio Fabiani
Segretario PD Federazione Val di Cornia-Elba

, , , , , , , , ,

Elezioni regionali 2015

Gianni Anselmi nominato presidente della Commissione 2 della Regione Toscana

15 lug , 2015  

11738061_10205922948405890_2783444327637001666_n

Eletto consigliere regionale con più di 11mila preferenze, Gianni Anselmi è stato nominato presidente della Commissione 2 della Regione Toscana.
«Sono estremamente gratificato dalla responsabilità che il PD in Regione, il capogruppo Marras, i colleghi consiglieri hanno voluto affidarmi – commenta l’ex sindaco di Piombino – Lo considero un riconoscimento non solo al mio percorso politico, amministrativo e istituzionale, ma anche alla forza elettorale conferitami, con il sistema delle preferenze, dal territorio del collegio di cui sono espressione: la Val di Cornia e l’Isola d’Elba, la Bassa Val di Cecina, la costa livornese, aree le cui questioni primarie ed emergenti (anche nelle materie che non competono alla mia commissione come la sanità e le infrastrutture) seguirò con l’attenzione che compete al consigliere eletto. La Commissione 2 (Sviluppo Economico, Agricoltura, Caccia e Pesca, Turismo, Lavoro, Formazione, Scuola, Università e Ricerca, Cultura e Beni Culturali) per ampiezza e rilevanza strategica dei temi di competenza richiederà una forte intensità di lavoro, un approccio integrato e non settoriale e una forte connessione con i territori. Come presidente cercherò di condurre l’attività con spirito collegiale e proattivo, offrendo disponibilità e al tempo stesso stimolando i colleghi a valorizzare ed esercitare al meglio le prerogative a noi attribuite: la qualificazione degli elaborati normativi, la valutazione dell’efficacia delle politiche regionali, la conoscenza e l’approfondimento delle materie e delle questioni specifiche di cui saremo chiamati a occuparci. Sono certo che operando con entusiasmo e dedizione qualificheremo l’istituzione Regione e il buongoverno della Toscana, rispondendo al bisogno estremo di buona politica che si avverte diffusamente nella cittadinanza. È una prova nuova e diversa, che vivo con consapevolezza e che mi motiva molto. Mi auguro di rendere fieri, come ho sempre cercato di fare, tutti coloro che hanno creduto in me».
«Quest’incarico è conferma della bontà della scelta che facemmo nel momento in cui selezionammo le candidature, peraltro ampiamente confermata dal consenso popolare alle elezioni – conferma il segretario della Federazione Pd Val di Cornia Elba Valerio Fabiani – Oltretutto un ruolo così importante, che per la prima volta un consigliere espressione del territorio ricopre sono sicuro rappresenti una buona notizia per la Regione e per l’area. Siamo certi che con Gianni Anselmi la Regione potrà contare su un contributo di qualità che al tempo stesso rafforzerà l’attenzione di Firenze nei confronti della nostra zona».

, , , , , ,

Comunicati stampa

Imbrattato con frasi offensive il Circolo PD di Salivoli a Piombino. Il commento di Fabiani.

13 lug , 2015  

fabiani1

“La sede del Circolo Pd “G. Amendola” di Salivoli a Piombino (il Circolo a cui io sono iscritto) è stato imbrattata questa notte con scritte immonde ad opera di qualche fascistello. Ovviamente si tratta di gesti che si commentano da soli e che contribuiscono solo a rafforzarci nella convinzione di andare avanti, nel nome della democrazia e all’insegna dell’interesse generale. Tutta la solidarietà e la vicinanza mia e di tutto il Pd della Val di Cornia e dell’Isola d’Elba al Segretario del Circolo Sauro Amerighi, ai membri del Direttivo e a tutti gli iscritti del nostro Circolo. Avanti a testa alta amici e compagni!”. Lo dichiara su Facebook il Segretario della Federazione PD Val di Cornia-Elba Valerio Fabiani a seguito della comparsa di scritte offensive presso il Circolo Pd “Amendola” di Piombino.

……………………………………..

IL COMUNICATO UFFICIALE

«La sede del Circolo Pd di Salivoli è stata imbrattata questa notte con scritte immonde a opera di qualche fascistello». È lapidario Valerio Fabiani, segretario della Federazione Pd Val di Cornia Piombino, nel definire coloro che nelle ore notturne tra il 12 e il 13 luglio hanno sporcato con offese e insulti le saracinesche, il simbolo e il muro esterno del circolo “Giorgio Amendola” di lungomare Marconi (a cui peraltro il segretario è iscritto). «Ovviamente si tratta di gesti che si commentano da soli – prosegue Fabiani – e che contribuiscono solo a rafforzarci nella convinzione di andare avanti, nel nome della democrazia e all’insegna dell’interesse generale. Tutta la solidarietà e la vicinanza mia e del Pd della Val di Cornia e dell’isola d’Elba al segretario del circolo Sauro Amerighi, ai membri del direttivo e a tutti gli iscritti del circolo di Salivoli, che invitiamo ad andare avanti a testa alta».
«Purtroppo non è la prima volta che le nostre sedi vengono colpite da iniziative vandaliche analoghe – aggiunge il segretario dell’Unione Comunale Ettore Rosalba – Fatti di questo genere non hanno niente a che vedere con l’impegno e la militanza politica. Si tratta solamente di degenerazioni figlie di un momento. Il Pd di Piombino non si farà intimidire da simili comportamenti. Colpire le sedi è colpire i militanti, i volontari che con passione offrono il loro tempo e il loro impegno a un’idea».

, , , ,

Iniziative e feste

Festa marinara del PD al Porticciolo di Marina (Piombino)

3 lug , 2015  

39835766

Da domenica al 12 luglio al Porticciolo di Marina prende il via la festa marinara del Partito Democratico Circolo centro Enrico Berlinguer. Cucina tipica a base di pesce e non solo, iniziative politiche, serate musicali e presentazioni di libri.

Tutte le sere a partire della 19,30 apertura ristorante. Saranno sempre presenti i seguenti piatti: polpo lesso, acciughe, frittura, stoccafisso, grigliata di pesce azzurro.

Il programma:

Domenica alle 21 serata musicale con dj.

Lunedì alle 21 presentazione del libro di Stelio Montomoli “La Strega di Baratti”.

Martedì alle 21 presentazione del libro di Melisanda Massei Autunnali “Etruria Felix”. Introduce Barbara Noferi.

Mercoledì esibizione degli allievi del circolo musicale piombinese di Viviana Tacchella.

Giovedì alle 21 incontro politico dal titolo “Piombino riparte” con Rosetta Fedi (segretario circolo Berlinguer), Ettore Rosalba (segretario unione comunale), Luciano Guerrieri (presidente Autorità Portuale), Massimo Giuliani (sindaco di Piombino), Gianni Anselmi (consigliere regionale).

Venerdì alle 21 presentazione del libro “Le Voci della Concordia” di Guido Fiorini e Angela Cipriano. Introduce Melisanda Massei Autunnali.

Sabato alle 21 serata danzante con il gruppo “Il quartiere latino”.

Domenica alle 21 chiusura della festa con l’incontro politico su “Il nostro mare” con Silvia Velo (sottosegretario Ministero dell’Ambiente), Valerio Fabiani (segretaroi federazione Pd Val di Cornia-Elba) e Rosetta Fedi (segretario circolo Berlinguer).

, , , ,

Comunicati stampa

Valerio Fabiani su Aferpi: “Tenace resistenza dei lavoratori, sforzo straordinario delle istituzioni”

1 lug , 2015  

IMG_4795

Dopo sei anni –  tanti sono trascorsi da quando Alexej Mordashov dichiarò non più strategica la presenza di Severstal a Piombino – si è positivamente conclusa la battaglia in difesa della Siderurgia a Piombino. La tenace resistenza dei lavoratori e le loro capacità di proposta oltre che di lotta, sono state l’elemento essenziale del risultato che oggi è stato sancito dalla firma dell’atto di vendita dell’ex Lucchini all’Aferpi, società del Gruppo algerino Cevital. A questo si è aggiunto lo sforzo straordinario delle istituzioni, il governo, la Regione, il Comune e l’Autorità portuale, che ha permesso in breve tempo di mettere a disposizione ingenti risorse per lo sviluppo del porto e attuare quelle opere fondamentali che hanno attratto nuovi investitori.
Per Piombino si apre una nuova prospettiva. Sono stati anni difficili per i lavoratori e per le imprese locali su cui si è scaricata prima la crisi e poi il fallimento della nostra principale azienda. Il senso di responsabilità dei lavoratori anche in questa ultima fase, con la firma di un accordo sindacale che richiederà altre rinunce economiche, è stato decisivo per arrivare al passaggio di proprietà della Lucchini. L’ingresso di Cevital consentirà di mantenere e trasformare in chiave più moderna e ambientalmente sostenibile la siderurgia, millenaria attività nel nostro territorio, e iniziare quel processo di diversificazione economica per tanti anni ambito, grazie agli investimenti annunciati dalla multinazionale algerina nel settore agroindustriale e nella logistica portuale.
Investimenti e un progetto industriale che andrà certo monitorato e accompagnato ancora una volta con decisione dalle istituzioni. Centinaia di posti di lavoro nel settore dell’indotto sono ancora in pericolo. Decine di piccole e medie aziende, quelle stesse con sacrifici hanno permesso di continuare a far battere il cuore della fabbrica, rischiano la chiusura. Il risultato raggiunto oggi deve essere rafforzato consentendo al tutto il territorio di ricostruire il proprio apparato produttivo. Aferpi dovrà fare la propria parte, contribuendo a salvaguardare risorse umane e conoscenze che hanno tradizionalmente mantenuto vivo questo territorio. Anche le imprese dovranno contribuire, in modo nuovo, a questo processo di trasformazione, unendo le loro forze e rinnovandosi per la costruzione di una nuova e più solida prospettiva di sviluppo.
Vogliamo essere dentro questo processo per migliorare le condizioni di lavoro e di vita della popolazione. Lo faremo vigilando sul rispetto degli impegni dei nuovi proprietari della fabbrica e sostenendo politicamente la straordinaria occasione di cambiamento che questa lunga e difficile crisi ha finalmente aperto.

Valerio Fabiani
Segretario Federazione Pd Val di Cornia-Elba

, , , , , ,