RIMATERIA: anticipazione

Gli inglesi la chiamano sindrome NIMBY, acronimo che viene da Not In My Back Yard, letteralmente “non nel cortile di casa”. Gli esperti di politica dell’ambiente adoperano la sigla per indicare le persone che vogliono evitare l’inquinamento locale non curandosi di ciò che accade appena dietro l’angolo, in un altro quartiere o in un’altra città. La sindrome è divenuta più ampia dal momento che non si difende più solo il back yard; è come se il cortile si fosse globalizzato sul mondo intero, cibandosi di un no generalizzato, olistico. Nulla viene risparmiato: eventi (critiche su tutti i fronti), futuro (no variante), problemi ambientali (no Rimateria),  denaro (No Euro), medicinali (No Vaccini). È come se la sindrome fosse in realtà un fenomeno di opposizione conservatrice contro l’evoluzione della società. Il no è un concetto universale, comunicato e cementato sulla rete, che unisce e che travalica l’istanza locale. Strumentalizzare la sindrome NIMBY è soprattutto la ricerca del consenso a breve termine per fini elettorali. È fare perno sulla scarsa informazione del cittadino adducendo la colpa all’Amministrazione. È argomentare un nuovo modello di sviluppo presentandolo come un’incognita senza garanzie.

La politica vera non fa questo. La politica vera rassicura la cittadinanza su tutte le verifiche che dovranno essere fatte sul progetto. La politica vera lotta per l’occupazione.

Noi facciamo e continueremo a fare tutto questo. La gestione di Rimateria richiede soprattutto profonda preparazione e competenza e noi come Partito Democratico siamo convinti che nella sua conduzione vi siano tali caratteristiche.  Come Partito sosteniamo che Rimateria possa rappresentare il futuro di questo territorio e  che sia la risposta ai problemi ambientali che sono connessi ad una ripartenza di una siderurgia moderna. Una siderurgia compatibile con uno sviluppo sostenibile in una città sostenibile.

Per questo il Partito Democratico ha votato la delibera riguardante la variazione di bilancio 2018 per anticipazione di liquidità a Rimateria Spa.  Le opposizioni, ancora una volta sono uscite dall’aula senza esprimere il proprio voto.