Il Partito

VERSO L’ASSEMBLEA NAZIONALE PD. IL PD VAL DI CORNIA-ELBA AL NAZIONALE: PRIORITA’ E’ IL PAESE REALE

18 feb , 2017  

direzione17febbraio

Documento approvato all’unanimità dalla Direzione del Partito Democratico Federazione Val di Cornia-Elba

 

Al segretario nazionale del Partito Democratico

 

Al presidente dell’Assemblea nazionale del Partito Democratico

 

 

Alla luce delle posizioni emerse durante l’ultima Direzione nazionale del Partito Democratico, le fratture profonde che si sono manifestate e la spada di Damocle di una scissione minacciata ormai da mesi, abbiamo ritenuto necessaria la convocazione urgente della Direzione della Federazione Val di Cornia-Elba per esprimere la preoccupazione che il clima di odio che grava su questa fase delicata del nostro partito, possa spalancare le porte nel Paese alle forze reazionarie e populiste così come sta accadendo in altri paesi europei e nel Mondo, e arrecare un grave danno a un territorio come il nostro, già segnato dalla crisi e in cui il Pd con le istituzioni e insieme alle forze sociali svolge un ruolo decisivo.

 

L’orgoglio di appartenere a una comunità politica che discute, anche aspramente, che seleziona la propria classe dirigente attraverso congressi e meccanismi di partecipazione democratica, non può e non potrà mai essere svilito da quella che oggi rischia di diventare una conta tra correnti senza una base programmatica condivisa.

Il timore è che il giorno dopo un congresso di questo tipo, non uno dei nostri problemi sarebbe risolto e soprattutto non una delle esigenze che i cittadini manifestano troverebbe risposta. E anche la leadership rischierebbe di uscirne più debole. Chiunque fosse il segretario, all’indomani di un passaggio così traumatico, non avrebbe la forza di affrontare le sfide che abbiamo di fronte. Lo scivolamento a destra dell’Europa e del mondo, la schizofrenia dei populismi, la povertà crescente soprattutto tra i giovani, l’esclusione sociale, possono essere combattuti solo da un PD forte e autorevole. Unito.

 

Tutto questo in modo particolare dopo le lacerazioni dolorose e posizioni di esponenti del nostro stesso partito spesso incomprensibili agli occhi dei militanti o semplici elettori, durante la campagna referendaria.

 

Queste che ci apprestiamo a vivere, in Val di Cornia e a Piombino in particolare, sono settimane gravate da preoccupazioni e da momenti cruciali di scelte per questa città e per questo territorio, non solo per il futuro del comparto siderurgico ma per il futuro di tutto l’indotto, delle medie e piccole imprese, e di tutta l’economia locale. Tutto il tempo e tutte le energie di cui disponiamo devono essere dedicati ai lavoratori e alla battaglia affinché Aferpi e l’imprenditore che ne è a capo, diano concretezza agli impegni assunti.

La battaglia più importante che abbiamo di fronte è che l’Italia ritorni a crescere. Una discussione larga e profonda attorno ai problemi veri delle presone, servirebbe a darci tutti un minimo comun denominatore rispetto al progetto di cambiamento che proporremo al paese e a dare una bussola al Governo che deve risolvere i gravi problemi che attraversano la società. Una discussione seria senza nascondere gli errori e i limiti di questi anni ma anche senza disperdere il valore degli importanti risultati ottenuti con il Governo Renzi.

 

Per questo facciamo appello al senso di responsabilità di tutti. Dobbiamo tutti insieme evitare che il congresso del Pd si trasformi in un momento doloroso di divisione che i nostri militanti e elettori non ci perdonerebbero. Si interrompa questa continua delegittimazione del segretario eletto democraticamente nell’ultimo congresso.

 

Utilizziamo questo momento di grave difficoltà per rimettere il Partito Democratico in connessione con una realtà sociale profondamente cambiata, rinsaldando il nostro rapporto con tutti quelli che si sentono esclusi e che hanno perso la fiducia nella politica e nella sinistra.

 

Quale luogo migliore del Lingotto? L’appuntamento previsto a Torino non sia il luogo della costruzione di una mozione congressuale ma diventi il simbolo unitario di un nuovo PartitoDemocratico, di rilancio di una nuova piattaforma culturale e politica in cui riconoscerci tutti.

Garantiamo uno spazio di discussione a tutti coloro che hanno qualcosa da dire e mettiamo al sicuro le elezioni Amministrative, dando ai candidati tutto il supporto che meritano. Dobbiamo avere la generosità per dare al Paese questa nuova speranza che ha ispirato la nascita del più importante progetto politico degli ultimi venti anni.

, , , ,

Comunicati stampa

IL PD IN PIAZZA PER IL LAVORO

1 feb , 2017  

foto perticale

Il Partito Democratico aderisce alla manifestazione indetta dalle organizzazioni sindacali che si terrà giovedì 2 febbraio. L’ufficializzazione della decisione è arrivata dopo l’attivo degli iscritti che si è tenuto lunedì 30, presso la sala del Perticale, a Piombino. Sala affollata per l’incontro dei militanti democratici finalizzato a fare il punto della situazione su Aferpi e preparare la partecipazione alla manifestazione. La riunione è stata introdotta dalla relazione del segretario del Pd Valerio Fabiani ed è stata conclusa dagli interventi del sindaco Massimo Giuliani, del consigliere regionale Pd e presidente della commissione industria Gianni Anselmi e del sottosegretario all’ambiente e deputata Pd Silvia Velo. Nel corso della riunione sono intervenuti anche figure simbolo del partito e della sua storia come l’ex sindaco e deputato Pci Enzo Polidori, e lavoratori del polo siderurgico come Alessandro Martini anche Rsu Fiom in Piombino Logistics o Valerio Pietrini operaio Aferpi e segretario del circolo di fabbrica del Pd. Ci sono stati anche gli interventi di Franco Franceschini coordinatore di zona della Cgil che ha spiegato la posizione del sindacato e della segretaria dei Giovani Democratici Alessandra Persiani che ha annunciato l’adesione alla manifestazione dei ragazzi della sua organizzazione. Ogni intervento ha fatto emergere la dura critica nei confronti della proprietà Aferpi per gli impegni disattesi e i ritardi e al tempo stesso la necessità di incalzarla per fare una ”operazione verità”. La discussione si è anche concentrata sul lavoro svolto dalle istituzioni ad ogni livello per favorire l’investimento promesso da Rebrab: garanzia di un costo agevolato dell’energia, circa 100 milioni di certificati bianchi, le bonifiche, 30 milioni per l’innovazione, tempi rapidi per l’adeguamento degli strumenti urbanistici del Comune, fino all’impegno della Regione per ricercare una forma di garanzia per mettere in sicurezza la continuità produttiva. Per non parlare del fatto che Aferpi-Cevital, insieme naturalmente alle altre aziende interessate, potrà beneficiare del porto che è stato realizzato con un imponente investimento pubblico così come quella delle altre infrastrutture (di ieri la notizia di tempi più rapidi per la 398). Tutto questo insieme ai sacrifici, che i lavoratori e il territorio hanno dovuto sopportare fin qui, fa dire al Pd che adesso tocca alla proprietà Aferpi fare la sua parte, senza perdere ulteriore tempo. “La pazienza è finita da un pezzo – dichiara il segretario Fabiani – Rebrab passi dagli annunci ai fatti concreti, non può continuare a far precipitare nell’incertezza una comunità intera e con essa un pezzo nevralgico del processo di reindustrializzazione in cui abbiamo investito così tante risorse ed energie. Porti al ministro Calenda il piano industriale con relativo piano finanziario e ci consenta di valutare e di decidere”. Il Pd sarà quindi in piazza, come sempre a fianco dei lavoratori, in difesa del futuro del territorio e per chiedere a gran voce che la proprietà rispetti gli impegni che si è assunta davanti alla città e davanti allo Stato italiano. “Mi unisco volentieri all’appello che il sindacato ha rivolto a tutti – conclude Fabiani – confido in una grande mobilitazione e invito anch’io tutti a partecipare, forze politiche, imprese, studenti, associazioni e singoli cittadini. In tanti per difendere il nostro futuro e la nostra dignità.”

 

, , , , , , ,

Comunicati stampa

Fabiani: “M5S e Parodi rispettino verità”

7 dic , 2016  

maggio12

Il segretario della Federazione Pd Val di Cornia Elba Valerio Fabiani giudica «sorprendenti» le affermazioni di Movimento 5 Stelle Piombino e del sindaco di Suvereto Giuliano Parodi all’indomani del referendum costituzionale che ha visto l’affermazione del Sì in tutti i Comuni della Val di Cornia. «Di fronte a un risultato locale evidentemente a loro non gradito – afferma Fabiani – da un lato ci dicono che avrebbe vinto il “forse”, dall’altro ci si affretta a smarcarsi dall’esito dopo pure essersi impegnati strenuamente a sostegno della campagna per il No come sindaco e amministrazione».

Il Movimento 5 Stelle, spiega il segretario Pd Val di Cornia, «parla di esigenza di rispetto del voto popolare riferendosi all’esito nazionale del referendum costituzionale. Ma quando si esprime a proposito del voto dei cittadini piombinesi, sostenendo che abbia vinto il “forse”, manca di rispetto innanzitutto, considerata l’alta affluenza, alla scelta di un gran numero di cittadini di recarsi a votare, e poi, entrando nel merito, tanto alla maggioranza che ha votato sì, tanto a chi ha votato no».

Quanto all’affermazione che quest’area e la regione siano governati “male” ininterrottamente da settant’anni, aggiunge Fabiani «pensare che i problemi gravi che attraversano il territorio siano problemi da risolversi nella dimensione locale significa non comprendere la crisi di questi anni e quindi anche dimostrare di essere inadeguati a governare. Certo però noi noi ci saremmo aspettati una difesa della storia di governo della sinistra in questi territori da chi in queste ore a livello nazionale discute se e come allearsi con Lega e Forza Italia».

In merito a Parodi, sostiene Fabiani, «ha scelto legittimamente di essere protagonista della campagna per il No nel suo Comune e in tutta la Val di Cornia, pur talvolta piegando impropriamente il suo ruolo istituzionale a un interesse di parte – come in occasione dell’iniziativa sul referendum organizzata dal Comune, con l’esclusivo monologo del sindaco. Altrettanto legittimo però è suggerire al sindaco e alla sua giunta una meno superficiale riflessione».

Nonostante l’affermazione del Sì nel nostro territorio, conclude Fabiani «noi non solo rispettiamo chi ha votato diversamente, ma cerchiamo di capirne le ragioni. Parodi e M5S facciano altrettanto, cominciando col rispettare la verità».

, , , , , , , , , ,

Iniziative e feste

Assemblee dei circoli

10 nov , 2016  

bandierePd

Il Pd della Val di Cornia incontra i suoi iscritti e simpatizzanti in una serie di assemblee per fare il punto sulla situazione politica verso il referendum del prossimo 4 dicembre. Tre sono gli incontri in programma: si inizia sabato 12 novembre, alle 15.30, con il circolo Cotone-Campagna, presso la rispettiva sede del Cotone. Saranno presenti il segretario dell’Unione Comunale Ettore Rosalba, il segretario della Federazione PD Val di Cornia Elba Valerio Fabiani, il sindaco di Piombino Massimo Giuliani, il consigliere regionale Gianni Anselmi e il sottosegretario al ministero dell’ambiente Silvia Velo. La seconda assemblea avrà luogo invece lunedì 14 novembre, alle ore 21, presso il circolo Berlinguer di via XX Settembre 12, e sarà rivolta a iscritti e simpatizzanti dei circoli Berlinguer e II Giugno. Partecipano il segretario del circolo Berlinguer Rosetta Fedi, Ettore Rosalba, Valerio Fabiani, Massimo Giuliani e Silvia Velo. Ultimo incontro – dedicato ai circoli Amendola e ancora II Giugno – il giorno successivo, martedì 15 novembre, presso il circolo G. Amendola, lungomare Marconi 113/115. Saranno presenti il segretario del circolo G. Amendola Sauro Amerighi, Ettore Rosalba, Valerio Fabiani, il sindaco Giuliani e l’assessora all’urbanistica del Comune di Piombino Carla Maestrini.

, , , , , , , , , , , ,

Comunicati stampa,Il Partito

Rinasce il circolo Pd di Porto Azzurro

11 ott , 2016  

fotoelba

Rinasce il circolo Pd di Porto Azzurro. L’incontro per la ricomposizione del Circolo del Partito Democratico del secondo paese elbano si è tenuto nel pomeriggio di domenica 9 ottobre, nella sede di via Marconi 22 (per l’occasione rimessa a nuovo dai volontari), alla presenza del segretario della Federazione Pd Val di Cornia Elba Valerio Fabiani e dei rappresentanti locali. Il circolo si è così rilanciato innanzitutto attraverso la costituzione della segreteria, guidata da Fausto Pedrazzini, con Andrea Solforetti nelle vesti di vice e Michela Guerrini come tesoriere. «Il circolo è finalmente di nuovo operativo – si rallegrano dall’Elba – e può costituire un punto di riferimento per la politica di Porto Azzurro. In questi ultimi due anni mancavamo di una struttura e questo poteva creare anche una certa confusione nei nostri confronti. Non era chiaro, insomma, se ci fossimo oppure no. Adesso invece la struttura c’è e seguirà da vicino le vicende del paese».

«Volontari, compagni e semplici cittadini – commenta Fabiani – hanno fatto un bel regalo prima di tutto a loro stessi, al partito elbano e all’Elba, ma lo hanno fatto anche a me e non li ringrazierò mai abbastanza. Lo dico spesso, ma è proprio così, ho ricevuto dalla mia gente molto più di quello che sono riuscito a dare. Ma questo è il bello di far parte di una comunità: il collettivo è molto più importante di ciascun individuo. Non aver dimenticato questo insegnamento antico e modernissimo è il motivo per cui dalle nostre parti si riaprono sedi e aumentano gli iscritti».

Fausto Pedrazzini vive all’Elba dagli anni Settanta. Direttore in agraria presso il Cnr di Pisa, distaccato all’estero in qualità di addetto scientifico nelle ambasciate italiane in Belgio e in Canada, è stato funzionario internazionale nel programma scientifico della Nato a Bruxelles. Già membro della direzione pisana del PDS, è componente fondatore della Fondazione Toscani Europei.

, , , , , , , ,

Comunicati stampa

Sostegno a Galli, sindaco di una terra accogliente e solidale

4 ott , 2016  

rio-marina-05-750x440

Crediamo che non debba destare alcun scalpore la disponibilità del sindaco di Rio Marina Renzo Galli a mettere in campo progetti di accoglienza per migranti minori. Galli è sindaco di una terra accogliente e solidale. La storia e l’identità della comunità elbana sono intrise di quei valori. Dovrebbe invece destare non solo stupore, ma soprattutto preoccupazione, la miopia ipocrita che trasuda dalle parole di altri amministratori che rischiano di inquinare quel deposito di valori, che di generazione in generazione, all’Elba sono stati tramandati. Per questo vogliamo esprimere il sostegno di tutto il Pd al sindaco e all’amministrazione di Rio Marina, ringraziandolo perché con questa sua iniziativa ha riportato l’Elba all’altezza della sua storia. Chi usa un fenomeno così complesso come l’immigrazione – carico di dolore per chi fugge da guerra e fame e che genera anche legittime preoccupazioni da parte delle comunità chiamate ad accogliere – per scopi politici, “grattando la pancia” dei cittadini si commenta da solo. Qui destra e sinistra non c’entrano, si tratta prima di tutto di una scelta di buon senso rispetto a un fenomeno che non può essere ignorato e che solo grazie alla collaborazione da parte di tutti, in primo luogo di tutti i comuni, può essere governato in maniera ordinata, sicura e intelligente, sia per chi accoglie sia per chi deve essere accolto. Qui è in gioco quel bagaglio di civiltà che è forse il patrimonio più importante che fa di Rio Marina e dell’Elba una terra unica e straordinaria.

Valerio Fabiani – segretario Federazione Pd Val di Cornia Elba

Il Circolo Pd di Rio Marina

, , , , , ,

Comunicati stampa

Contratti di solidarietà per tutti i lavoratori Aferpi dal 6 novembre

14 set , 2016  

66-ingresso-aferpi

Contratti di solidarietà per tutti i lavoratori che dal 6 novembre saranno in capo ad Aferpi. Dopo i 50 milioni per la ss398, la seconda buona notizia a giungere in questi giorni da Roma. «C’era bisogno di un segnale di fiducia ed è arrivato – conferma il segretario della Federazione Pd Val di Cornia Elba Valerio Fabiani – E a me pare che sia una buona notizia anche la scelta di affidare a un tavolo tecnico territoriale in cui siano coinvolti tanto l’azienda quanto il sindacato tutti gli approfondimenti necessari per la gestione di questo passaggio. Anche di questo parleremo il prossimo 19 settembre a Piombino con il viceministro Mise Teresa Bellanova che ha presieduto l’incontro». Il confronto tra azienda e sindacati per esaminate le modalità di applicabilità del contratto di solidarietà sul territorio partirà fin da subito.

, , , , , , , , , , , ,

Iniziative e feste

Prosegue la Festa de l’Unità

2 set , 2016  

14138175_1049529338450132_2560843245266190907_o

Proseguono le iniziative della Festa de l’Unità 2016 al Parco 8 Marzo a Piombino.
Domani, sabato 3 settembre, il ciclo dei dibattiti politici si arricchirà dell’incontro “Dagli Etruschi fino ai giorni nostri, il mare fra identità e nuova economia”, con Francesco Ghizzani Marcia presidente Parchi Val di Cornia, Fabrizio Lotti presidente Balneari della Toscana, Leonardo Marras, capogruppo Pd Toscana consiglio regionale, Massimo Bandini sindaco San Vincenzo, Carla Maestrini vice segretario Federazione PD Val di Cornia Elba. Presso lo spazio libreria, invece, la presentazione del libro di Riccardo Nocentini “Fare il sindaco”, con l’autore, il consigliere regionale e presidente II commissione Gianni Anselmi, consigliere regionale e presidente II commissione, Massimo Giuliani, sindaco di Piombino. Modera Rinaldo Barsotti, capogruppo Pd Piombino.
Presso il pub dei Giovani Democratici si esibirà Mago Sbidigua Antani e presso la balera la scuola di ballo “Serena Dance Studio”.
Domenica 4 settembre, sarà la volta de “La nascita della Repubblica. Il ruolo delle donne dalla Costituente al voto”. Con Gino Niccolai, pres. Anpi prov. Livorno, Catia Sonetti, direttrice Istoreco Livorno, Mario Giannullo, presidente sez. Anpi Piombino. Presso lo spazio libreria si terrà la presentazione del libro “La politica che non c’è” di Emanuele Macaluso, con il curatore Peppe Provenzano, Enrico Cerrini, redattore rivista “Pandora” e Silvia Velo, sottosegretario Ministero Ambiente. Presso il pub musica rock con Easy Revenge e presso la balera ballo liscio con Dj Andrea. Lunedì 5 settembre la Festa proseguirà con “Stranieri a casa nostra. Le ragioni dell’accoglienza”, con Khalid Chaouki, deputato, Vittorio Bugli, assessore welfare e immigrazione Regione Toscana, Simone Ferretti, resp. Immigrazione Arci Toscana, Carla Maestrini, assessore urbanistica Comune di Piombino. Modera il giornalista de Il Tirreno Alessandro De Gregorio. Presso il pub esibizione mago e karaoke. Tutti gli appuntamenti inizieranno alle ore 21.30.
La Festa de l’Unità, come da programma, continuerà fino a domenica 11 settembre.

, , , , , , , , , , , , , , , ,

Iniziative e feste

La Festa de l’Unità per Amatrice

1 set , 2016  

14184382_1047431775326555_2990771805873960329_n

In occasione della Festa de L’Unità di Piombino, presso il ristorante “Il Partigiano” amplia il suo menu con l’amatriciana – in adesione della campagna nazionale a sostegno delle popolazioni di Amatrice colpite dal terremoto. Per ogni piatto di amatriciana ordinato verranno infatti donati 2 euro, uno messo a disposizione dall’organizzazione, l’altro aggiunto dal cliente. La quota sarà devoluta direttamente all’iban della Croce Rossa. La proposta sarà valida per tutto il periodo della Festa, che durerà fino a domenica 11 settembre.

, , , , , ,