Comunicati stampa

La nascita del circolo delle fabbriche di Piombino

25 mar , 2016  

12189635_947470815322652_304611241611759793_n

Nasce il circolo Pd fabbriche siderurgiche di Piombino. Il congresso costitutivo si è tenuto ieri sera, mercoledì 23 marzo, nella sala conferenze – per l’occasione gremita – della sede della Federazione Pd Val di Cornia Elba in via Marco Polo. Indicativa la presenza di tanti operai del polo siderurgico – a testimoniare che si è trattato di un appuntamento dal grande significato, anche perché da molti anni i lavoratori non avevano più un luogo in cui stare uniti in nome del lavoro all’interno di quello che è il principale partito della sinistra italiana. Il circolo sarà aperto e inclusivo rispetto al Partito Democratico e sarà affidato alla guida del neosegretario Valerio Pietrini. Un presidio, uno spazio dove i lavoratori possano fare politica facendo squadra, forti della storia del movimento operaio piombinese, ma con un sguardo volto al futuro. Un futuro in cui Piombino e l’intero territorio potranno contare su un valore più forte se la loro storia industriale verrà confermata e rinnovata. La storia ci insegna che quella che Grillo definisce a Piombino la peste rossa sa essere il miglior antidoto al populismo, attraverso una lotta a testa alta per i diritti stando sul terreno della concretezza nell’interesse della vita di migliaia di persone. Nel corso della serata – introdotta dal segretario dell’unione comunale del Pd Ettore Rosalba e presieduta da Francesco Lolini della segreteria della Federazione – è stato eletto anche il direttivo del Circolo, a oggi composto da Cristina Busdraghi, Paolo Carli, Davide Demi, Roberto Donati, Giacomo Ghizzani, Dario Ginanneschi, Ilaria Martelli, Michele Nardini, Fabrizio Sainati, Gianpiero Vaccaro. Il dibattito -iniziato con i saluti del sindaco Massimo Giuliani e interrotto da un minuto di raccoglimento per le vittime degli attentati di Bruxelles – si è concluso con l’intervento del segretario della Federazione Val di Cornia-Elba Valerio Fabiani che si è trattenuto sul momento che sta attraversando l’Italia e il territorio, ricordando che siamo di fronte a un enorme processo di trasformazione che ci impone oggi di scrivere una pagina nuova della storia di Piombino: solo chi lavora e vive in questa città potrà farlo, con battaglie e progettualità, e questo nuovo circolo del Pd sarà uno strumento prezioso a disposizione dei lavoratori.

 

, , , , , , , , , , , ,

Comunicati stampa

Le sorprendenti dichiarazioni di Parodi sulla sanità

10 gen , 2016  

image

Sono a dir poco sorprendenti le dichiarazioni sulla sanità espresse dal sindaco di Suvereto Giuliano Parodi nel corso della conferenza stampa tenutasi in questi giorni. Dopo aver inveito contro il Pd e i sindaci del Pd che hanno proposto la costituzione di un’unica zona distretto fra Val di Cornia e Bassa Val di Cecina e aver apertamente avversato la riforma sanitaria regionale che ne consente il progetto, lo stesso Parodi  ora vi aderisce, tentando goffamente perfino di intestarsene la paternità. Sarebbe curioso sapere cosa ne pensano i compagni di strada di Parodi – che vanno da Forza Italia al Movimento 5 Stelle – che proprio nel corso dell’ultima assemblea organizzata dall’amministrazione comunale di Suvereto, sbraitavano contro i rappresentanti del Pd e si divertivano a criticare e contestare proprio questa proposta. È evidente che Parodi, non avendo escluso il comune di Suvereto da tutti i progetti strategici della Val di Cornia, l’unica cosa che può fare è intestarsi i meriti di altri, arrivando fino al punto di contraddire se stesso. La vicinanza politica e la frequentazione con il sindaco di Livorno Nogarin lo ha ormai indotto a emularlo e ormai anche a Suvereto siamo alle comiche: peccato che tutto questo – come a Livorno – si consumi sulla pelle dei cittadini. E se ciò non è ancora successo lo si deve solo agli altri comuni della Val di Cornia – amministrati dal Pd – che hanno pensato anche ai cittadini di Suvereto e che mentre Parodi era intento a fare propaganda, si sono occupati di mettere in campo progetti volti a occuparsi dei problemi dei cittadini di tutto il territorio. Questo è accaduto sulle grandi questioni che attengono alle sviluppo economico e al lavoro, così come ai servizi pubblici o, appunto al servizio sociosanitario. Detto questo, noi siamo per vedere il bicchiere mezzo pieno e quindi per salutare il ripensamento di Parodi sulla sanità e il suo approdo alla proposta del PD, e lo aspettiamo alla prova dei fatti in consiglio comunale, visto che ogni comune sarà chiamato a pronunciarsi ufficialmente sulla riorganizzazione delle zone distretto. Tuttavia intendiamo spiegargli che questo nostro progetto, che da oggi è anche il suo, non si ferma ai territori sopracitati ma intende rivolgersi a una zona più vasta, che comprende anche le Colline Metallifere e, per quanto riguarda la rete ospedaliera, l’Isola d’Elba. Inoltre l’Unione dei Comuni da Parodi evocata, ma da noi del Pd proposta, dovrà anch’essa naturalmente essere oggetto di una discussione all’interno di questo nuovo e più vasto ambito territoriale, perché appunto le grandi partite strategiche si affrontano ormai solo superando i vecchi confini della Val di Cornia, che da sola non è più sufficiente. In ogni caso, per noi, prima dei contenitori (l’Unione dei Comuni) vengono i contenuti, e cioè i problemi dei cittadini, che solo con l’unità di tutti i comuni potremo affrontare, dalla sanità alla pianificazione urbanistica, fino al turismo. Tutti i temi su cui i comuni che governiamo e il nostro partito hanno avanzato proposte e progetti e su cui abbiamo sempre amaramente dovuto constatare l’isolamento e la totale indisponibilità al confronto da parte dell’amministrazione di Suvereto. Con la condivisione da parte di Parodi della nostra idea di riorganizzazione del servizio socio sanitario, si evince che la proposta, avanzata dal Pd e condivisa con sindacati e operatori, procederà forte dell’unanimità dei consensi da parte di tutti i comuni, e questa è una buona notizia per Suvereto e per tutto il territorio.

Valerio Fabiani, segretario Federazione Pd Val di Cornia Elba

Francesco Lolini, vicesegretario Federazione Pd Val di Cornia Elba

, , , , , , ,

Comunicati stampa

Replica alle offese assemblea pubblica Suvereto

22 dic , 2015  

CINZIA

Indecoroso il clima che regnava la sera di venerdì 18 all’assemblea pubblica indetta dal sindaco del comune di Suvereto sulla sanità.
Un’assemblea che non aveva niente di istituzionale ma che, grazie anche alle provocazioni del sindaco e di alcuni presenti nei confronti del PD, ha fatto presto a trasformarsi in una bagarre tra il pubblico presente che continuamente veniva incitato contro il Partito Democratico.
E’ stato uno spettacolo veramente sgradevole, tant’è che alcuni degli esponenti del Pd presenti, dopo l’intervento del vicesegretario di Federazione, che è stato pesantemente e volgarmente offeso, sono usciti dall’assemblea per protesta.
Eppure, non più tardi di 10 giorni fa, il Pd di Suvereto aveva indetto un’assemblea pubblica per discutere di sanità e il sindaco di Suvereto era presente ed è stato ascoltato in maniera civile e democratica, pur avendo egli sulla sanità posizioni molto diverse da quelle del Partito Democratico.
Riteniamo che questo modus operandi non possa che danneggiare il dialogo e il dibattito su una materia come la sanità, così delicata ed importante per noi cittadini.
I rappresentanti del Pd presenti in assemblea hanno ascoltato attentamente l’intervento fatto dal dr. Palombi, peraltro obiettivo e pacato, nonché l’intervento del dr. Ricci presidente del comitato referendario per l’abrogazione della L.28/2015.
Ci dispiace dover constatare che, purtroppo, da parte del sindaco sia statano strumentalizzati e non approfonditi una discussione e un dibattito che, al contrario, dovevano servire a far comprendere al pubblico presente quali sono le reali difficoltà in cui versa la sanità toscana e, quali, seppure su posizioni diverse, le soluzioni che le istituzioni locali e regionali propongono.
Ci teniamo a ribadire che la legge di riforma sanitaria regionale è una legge che la Regione Toscana ha approvato in virtù del principio dell’universalità nell’erogazione delle prestazioni socio sanitarie.
Tale universalità può coniugarsi alla qualità delle prestazioni, solo attraverso la sua sostenibilità economica e interrogandoci su come migliorare l’efficienza e l’efficacia dei servizi che vengono erogati.
Condanniamo, pertanto, fermamente l’accaduto ed esprimiamo la nostra solidarietà al vicesegretario della Federazione.
Del resto l’episodio ci dà conferma del fatto che l’unica proposta di riorganizzazione del servizio sanitario del territorio è quella avanzata dal Pd e dalle amministrazioni che governiamo: proposta alla quale l’unica replica risulta di fatto quella costituita da insulti e demagogia.
Cinzia Cioncoloni
Resp. Sanità segreteria Federazione Pd Val di Cornia Elba

, , , , ,

Comunicati stampa

“Bene l’ufficio di piano. Posizione Parodi inaccettabile”

8 nov , 2015  

lolini

Bene la ricostituzione dell’ufficio di piano comprensoriale. Si tratta di una scelta che conferma la volontà dei nostri comuni di stare insieme e di dotarsi di un progetto e di una visione comune e omogenea per tutto il territorio. Non si tratta però di un punto di arrivo, bensì di partenza. Adesso non aspettiamo un minuto di più per inaugurare una nuova stagione di pianificazione strategica del territorio, che ci consenta di dotarci di strumenti di governo che siano al passo coi tempi e coerenti con quel nuovo modello di sviluppo verso cui questa nostra comunità si è incamminata e che proprio in questi giorni è oggetto di un percorso di confronto e partecipazione del Partito Democratico. Ora è il tempo di lavorare a ritmi serrati, anche aprendo un confronto con i territori confinanti a nord come a sud. Se vogliamo dare un contributo originale ed efficace a un progetto complessivo di rilancio della Toscana costiera è evidente che i confini della Val di Cornia appaiono troppo stretti. Ma per farlo c’è bisogno della massima unità dei cinque comuni del comprensorio. Da questo punto di vista la mancata adesione di Suvereto rappresenta un atto grave e inedito su cui il Sindaco Parodi è chiamato a fare chiarezza immediatamente. Con questa scelta Parodi conferma ciò che denunciamo da tempo: il totale isolamento di Suvereto e la scomparsa di questo comune da qualsiasi politica strategica territoriale. Oggi si è scritta una pagina nera nella storia di Suvereto. Con questo atto Parodi rischia di cancellare decenni di buona amministrazione e di buona politica che hanno fatto di Suvereto un punto di riferimento per tutto il comprensorio. E quel che è peggio lo fa nel momento in cui Suvereto e i suveretani hanno più bisogno della collaborazione con gli altri comuni, in quanto il nostro comune, per il numero di abitanti, è un comune “obbligato” cioè costretto ad associare tutte le funzioni fondamentali con gli altri. Noi non possiamo consentire che i cittadini di Suvereto paghino sulla propria pelle l’irresponsabilità di un sindaco che evidentemente pospone l’interesse generale della sua comunità ai propri interessi politici.

Francesco Lolini, vicesegretario Federazione Pd Val di Cornia Elba

(foto da Corrieretrusco.it)

, , , , ,

Comunicati stampa,Il Partito

Nuovi tavoli di lavoro

30 set , 2015  

11220804_861715607231507_6475624336864331239_n

Tavoli di lavoro tematici per un progetto sul nuovo modello di sviluppo oltre la crisi. Un percorso che il partito vuole scrivere assieme ai propri iscritti e simpatizzanti, coinvolgendo il tessuto associativo locale ed esperti. L’appuntamento è per il 24 ottobre a San Vincenzo, con il lancio del percorso partecipato che si prolungherà fino alla fine dell’anno. «Si tratta – spiega Carla Maestrini, vicesegretario della Federazione Pd Val di Cornia Elba – anche di rispettare un impegno che ci eravamo assunti in occasione dell’ultimo analogo percorso che aveva impegnato il partito all’inizio dell’anno, in vista delle elezioni regionali. Allora dicemmo che i gruppi di lavoro aperti che avevamo organizzato sarebbero diventati uno strumento permanente di elaborazione e discussione politica». L’iniziativa è stata ufficializzata dal segretario della Federazione Valerio Fabiani nel corso dell’assemblea della direzione che si è tenuta lo scorso venerdì 25 settembre.
«In questo modo – aggiunge l’altro vicesegretario, Francesco Lolini – vogliamo raggiungere il duplice obbiettivo di innovare il metodo con cui nel nostro partito si discute e si decide, e al tempo stesso mettere al centro della nostra agenda i problemi veri della nostra gente, dei lavoratori, delle imprese e delle famiglie».
I tavoli si focalizzeranno sull’esigenza di definire un nuovo modello di sviluppo sostenibile dal punto di vista ambientale e una moderna rete di servizi alla persona. I temi lungo i quali si organizzeranno sono salute e politiche sociali, economia circolare, parchi e turismo, riforma del sistema portuale e 398, progetto Aferpi e reindustrializzazione, agricoltura (il tema degli assetti istituzionali – su cui la proposta del Pd è già passata al vaglio di tutti i consigli comunali – sarà affrontato nel corso di un seminario previsto entro la fine dell’anno).
Chi è interessato a partecipare può chiedere informazioni al numero di telefono 0565/222504 o all’indirizzo di posta elettronica pd@pdvaldicornia.com

, , , , , , , , , , , , , , , ,

Il Partito

Segreteria Fabiani, Carla Maestrini vice segretario insieme a Francesco Lolini

14 ago , 2015  

lolo-carla

Nella riunione settimanale della segreteria che si è tenuta ieri, il Segretario della Federazione PD Val di Cornia-Elba Valerio Fabiani ha comunicato il nuovo assetto della sua squadra che da ieri potrà fare affidamento sulla presenza di due giovani vice segretari. Infatti al vice segretario già in carica Francesco Lolini, suveretano di 23 anni al quale vengono assegnate due nuove deleghe di lavoro che riguardano i temi di agricoltura e turismo, si affiancherà un’altro vice segretario, nominato ieri, Carla Maestrini, piombinese classe 1977,  che era già membro della segreteria e che continuerà anche ad occuparsi di istruzione e formazione. Questa novità è stata annunciata pubblicamente nel corso della conferenza stampa per la presentazione del programma della Festa de l’Unità di Piombino tenutasi ieri in via Marco Polo. “Si avvicina per me la scadenza del mio ultimo mandato congressuale – ha commentato Fabiani – e avverto sempre più la responsabilità di lasciare, quando sarà il momento, una classe dirigente ancora più rinnovata e capace. Persone nuove che abbiano la carica giusta per affrontare le tante sfide che ci attendono e che si sentano parte di un collettivo. La scelta di responsabilizzare due giovani così in gamba come Carla e Francesco, insieme ai molti altri che sono presenti nella segreteria, e in generale nel partito ai vari livelli, va esattamente in questa direzione”.

, , , , , , , , , ,